Cobbler more, pesche e basilico

clobber more e pesche_6031
Anche quest’anno il mio compleanno è volato via in un lampo, ho festeggiato con un bellissimo weekend a spasso per Terra Madre Salone del Gusto a Torino. Datemi solo il tempo di sistemare i miei scatti, non vedo l’ora di pubblicare tutte le meraviglie assaggiate e scoperte.
Purtroppo non ho avuto modo di preparare una bella torta per i festeggiamenti, ma in compenso mi sono consolata con il dessert di Marcello Trentini di Magorabin, anche di questo spero di aver un attimo per raccontare.

Tornando invece alle nostre ricette e a quelle preparazioni da weekend tranquilli in casa, ho provato a sfruttare le ultime more di stagione per preparare un dolce semplicissimo: il cobbler. Pare che la sua origine sia america/anglosassone, di solito si utilizza della frutta acidula per prepararli, vanno bene tutti i frutti rossi le mele (quelle più asprigne) ma anche i mix di frutta diversa.
Mi sembrava affidabile la ricetta di Jamie Oliver solo che ho ridotto un pochino la dose di burro, aggiungendo del latte.
Ho sostituito anche le mandorle a lamelle ai pinoli, che non li avevo. Sono finiti tutti nelle ultime conserve di pesto di fine estate. 🙂

clobber more e pesche2

COBBLER MORE, PESCHE E BASILICO

500 gr di more
1 pesca
qualche foglia di basilico
1 cucchiaio di zucchero

30 gr di zucchero
100 gr di farina
1 cucchiaino di lievito
30 gr di burro
50 gr di latte
mandorle a lamelle
sale

Pulire la frutta e tagliarla in pezzi. Aggiungere lo zucchero e il basilico dando una veloce mescolata prima di distribuirla nelle ciotole.

A parte mescolare gli ingredienti dell’impasto in una ciotola, mescolando il burro precedentemente ammorbidito.
Disporre con un cucchiaio l’impasto realizzato nelle ciotoline con dentro la frutta. finire con le mandorle a lamelle e infornare a forno caldo a 180° per circa mezz’ora.

Se si ha in frigo del gelato alla vaniglia, può essere servito il cobbler caldo con la pallina di gelato al centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *