Gazpacho di anguria

gazpacho d'anguria1

Nuovo numero di maMa Mademoiselle Maison, nuovo post per parlarne.
La rivista online che ormai non ha bisogno di presentazioni da queste parti, tra i servizio e l’altro ospita nellla nuova uscita ben 3 ricettine della sottoscritta.
Il tema di questo bimestre erano proprio i party estivi a bordo piscina, quindi tra i cocktail e finger food mi sembrava una buona idea proporre il gazpacho, una zuppa fredda da mangiare o bere senza troppo impegno.

L’idea di fare una ricetta con l’anguria mi è venuta per riproporre un abbinamento di cui avevo parlato qui tempo fa e di cui ha parlato anche Daniela proponendo un interessante abbinamento anche con uno champagne rosè. Quindi partendo dal mix anguria e feta, è venuto in mio soccorso anche Ottolenghi e il gioco è stato presto fatto. L’anguria con il pomodoro sono diventati una zuppa fredda e si fanno spalla a vicenda, il primo più dolce il secondo più acido, creano un bel equilibrio e poi in fondo, sempre di frutta stiamo parlando poi no? La feta dona invece una sferzata di sapore che arricchisce l’insieme. Un mix da provare davvero, al di là del finger food, può essere servita in ciotole ampie con un bel cucchiaio d’olio e qualche crostino di pane per una cena casalinga.

gazpacho d'anguria

GAZPACHO DI ANGURIA

200 gr di cocomero
300 gr di pomodoro (cuori di bue)
pomodorini miniplum per decorare
1 cetriolo
1 scalogno
100 gr di feta
1 cucchiaio di aceto di mele
qualche goccia di salsa Worcester
olio extravergine d’oliva fruttato delicato
sale

Pulire tutti gli ingredienti e tagliarli a pezzetti, togliendo i semi.
Lasciare da parte poco cetriolo e pomodoro per le decorazioni.
Unire nel boccale di un frullatore: il cocomero, i pomodori e il cetriolo metterli nel boccale di un frullatore insieme allo scalogno. Azionare e aggiungere l’olio a filo. Salare, aggiungere la salsa, l’aceto e mescolare ancora. Assaggiare e ed eventualmente apportare ulteriori aggiunte.

Passare il bordo superiore del bicchiere in acqua e poi nel sale, aggiungere un pomodorino. Riempire i bicchieri con il gazpacho decorare con cetriolo, pomodoro e briciole di feta.
Servire con dei cucchiaini per mangiare la decorazione, ma il resto del gazpacho può essere agevolmente bevuto.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *