Kitty's Kitchen

in the food for love

Ruffle Milk Pie

ruffle

Languore d’inverno:
nel mondo di un solo colore
il suono del vento.

Haiku di Matsuo Bashō

ruffle milk pie

Ricetta tratta dal libro di Vefa’s Kitchen, via Martha Stewart (video), ho sostituito la phillo con la yufka appena più spessa, ma il risultato non cambia.

RUFFLE MILK PIE (stampo da 20 cm)

5 fogli di pasta yufka (o 8 di pasta phillo)
70 gr di burro morbido
300 ml di latte intero
60 ml di panna fresca liquida
3 uova
100 gr di zucchero semolato
100 gr di zucchero a velo
scorza di mezzo limone
piccoli frutti per decorare
cannella in polvere
1 stecca di cannella intera

Sciogliere il burro e stendere un velo su di ogni foglio di pasta yufka, la pasta non deve impregnarsi.
Facendo delle piccole pieghe orizzontali compattare il rettangolo di pasta e arrotolarlo a spirale. Formare così 5 spirali, come delle rose, e disporle ravvicinate sulla teglia delicatamente. Spolverare di cannella e cuocere così la pasta per circa 30 minuti a 180°.

Scaldare in un pentolino il latte, la panna, lo zucchero, la stecca di cannella e la scorza di limone e portare a bollore. Togliere dal fuoco, rimuovere la cannella e la scorza e lasciar da parte. Sbattere le uova fino a che non diventano chiare e aggiungere il composto di latte.

Togliere la torta dal forno versare piano e uniformemente il ripieno e cuocere 30 minuti ancora a 180°.

  • Stampa la ricetta

Links correlati

14 commenti

  • gaia · 28 gennaio 2013 alle 09:01

    che classe eli! una torta che fa una scena pazzesca! quasi quasi spiace a tagliarla! che pasta è la yufka!?! conosco la phyllo ma la yufka sono onesta: non l’avevo ancora sentita!

  • arabafelice · 28 gennaio 2013 alle 09:15

    Oddio che bellezza!!!

  • Elisa · 28 gennaio 2013 alle 09:28

    @Gaia: Ho inserito ora i link alla parola yufka. E’ una sorta di pasta phillo di origine turca, però.

    @Araba: Sapevo che mi saresti cascata su Martha Steward!! :)) baci tesoro

  • imma · 28 gennaio 2013 alle 10:57

    semplicemte deliziosa tesoro!!baci,Imma

  • Serena · 28 gennaio 2013 alle 11:09

    E’come lo strudel alla panna, ma mille volte più coreografico… è di una bellezza sconcertante, davvero…

  • Elisa · 28 gennaio 2013 alle 11:40

    @Imma: grazie
    @Serena: Strudel alla panna… MMh interessante. Devo cercarlo!

  • Claudia · 28 gennaio 2013 alle 12:04

    Deliziosa!!! e fa davvero molto scena! baci e buon lunedì :-)

  • Valentina · 28 gennaio 2013 alle 12:25

    E’ senza ombra di dubbio una delle cose più belle che abbia mai visto *_*

  • simona · 28 gennaio 2013 alle 14:34

    Sono a bocca aperta cara Elisa! ma quando mai non è così quando vengo qui… Poesia immortalata da una professionista.. :*
    Buona settimana un bacione:*

  • Barbara · 28 gennaio 2013 alle 19:08

    Che meraviglia ELisa… è tutto bellissimo! E’ un piacere per gli occhi, virtualmente anche per il palato e per il cuore (grazie all’haiku).
    Complimenti davvero! E grazie per essere passata a trovarmi.
    Ti auguro una settimana profumata e creativa.
    Mug

  • vaniglia · 28 gennaio 2013 alle 20:22

    no tesoro. c’è un problema (anzi più d’uno).
    - la foto con le mani e il maglione scuro dietro: sparare a tutta pagina.
    - quella subito sotto: sparare a tutta pagina.
    - (e forse pure le altre due, sa’! :))
    buona settimana, anche se in ritardo… smacchete a te!!! ;)

  • Elena · 29 gennaio 2013 alle 23:19

    Sono senza parole….un dolce bellissimo…da pubblicazione su rivista internazionale!!!! Brava!!!

  • Verdecardamomo · 30 gennaio 2013 alle 12:34

    questo dolce è bellissimo!! e assolutamente a me ignoto….e le foto sono incantevoli. kiss

  • Lola Velasco · 28 giugno 2013 alle 19:17

    Felicidades por tu fabuloso blog y por esta riquísima, bonita y original tarta.
    Saludos.

Lascia un commento

<<

>>