Kitty's Kitchen

in the food for love

TAG | bento

bento azuki verdi e loto

Con l’arrivo della primavera, figuriamoci se da queste parti non si comincia di nuovo a parlare di bento, ve li siete sorbiti a San Valentino, a dicembre, e proprio con la bella stagione non si ne può far a meno di uscire di casa con il furoshiki contenente il vostro pranzo giapponese.
Io ho già iniziato con i pranzi fuori e bento-picnic, voi? Certo, ancora non all’ombra di un sakura (…è si è il periodo dei ciliegi in fiore!) ma vi assicuro che rimedierò presto e non mi perderò l’Hanami 花見 quest’anno.

Ma veniamo al bento di oggi, le nuove scatoline color legno che vedete sono arrivate dritte dritte da casabento, io ho provveduto a riempirle con: verdure, legumi e frutta. So già che in particolare vi state chiedendo, ma così questo loto!? Avete presente il bellissimo fiore? Ok, la sua radice è commestibile e si mangia in tutta l’Asia. In Italia trovarlo fresco è una cosa più unica che rara suppongo, però si può trovare secco (come i funghi per capirci) io per esempio l’ho trovato al solito NaturaSì.

bento azuki verdi e loto

BENTO CON AZUKI VERDI E RADICE DI LOTO

Per l’insalata di azuki:

120 gr di azuki verdi
40 gr di radice di loto secca
cavolo viola
olio di sesamo
salsa sohyu

Altri ingredienti:
bastoncini di sedano
carote (arancioni e viola)
salsa shoyu
pop corn biologici (sia mai venisse voglia di uno snack prima o dopo pranzo!)
melagrana baby
kiwi

Lasciare 12 ore gli azuki in ammollo in acqua (controllate cosa indica la confezione di quelli che avete acquistato voi) e lessarli 40 minuti in abbondante acqua.
Condirli con olio di sesamo e salsa di soia, aggiungere delle listarelle di cavolo nero.

Per cucinare il loto secco, consiglio sempre di leggere sulla confezione perché potreste avere una marca diversa dalla mia. il mio era necessario cuocerlo in acqua bollente e basta, quindi così ho fatto 20 minuti ed è pronto.

Aggiungere il loto all’insalata e tagliare tutte le altre verdure per il bento, io ho un nuovo attrezzino per tagliare le carote tipo noodle.
Far scoppiare i pop corn in padella, in fondo se non mangiamo pane, possiamo anche concederci questo sfizio no?

bento azuki verdi e loto

Poi, diciamolo, seduta sotto il mio nespolo, in una giornata di sole, mi rendo conto che sicuramente fa bene mangiare con le bacchette un azuki per volta. Nel senso che, si dice che mangiare lentamente sazia prima e migliora la digestione, ma per me che alla fine, amo la cultura giapponese ma sempre romana sono, un bel cucchiaio mi ha risolto la situazione! :)

bento%20san%20valentino

Impossibile rimanere immuni a tale bombardamento, sia mediatico sia online, con questa festa, un po’ scema, chiamata: degli innamorati.
Sapete già che non la amo alla follia, ma poi alla fine difficilmente riesco a resistere, se non altro diventa un pretesto per cucinare qualcosa di divertente, oppure qualche dolce da regalare e/o mangiare insieme.

Se non ci fosse il piccolo dettaglio che alla fine si passa gran parte della nostra giornata a lavoro sarebbe bello fare una bella sorpresa al nostro lui o alla nostra lei, il 14 febbraio, e presentarsi proprio nel momento della pausa pranzo con il nostro bento di San Valentino per trascorrere un ora insieme, in maniera diversa.
E’ ancora febbraio, e fa freddo, quindi è difficile pensare di andare in spiaggia o al parco, ma io sto sperando in un San Valentino innevato! Ci pensate che romantico?
Guardare dalla finestra la neve che cade, scaldarsi le mani con del sakè da accompagnare al vostro pranzetto, inevitabilmente la neve si trasforma in una pioggia di cuori dal cielo e tutto sparisce…
Come degenero rapidamente, meglio mettere un punto alle bislacche romanticherie!

Oltre a questo infatti, aggiungete pure, che non potevo non partecipare al contest di Japan the wonderland di Sayuri, per il bento di San Valentino, in cui ci sono in palio i premi di Casa bento, io passo troppo tempo sul loro sito, guardando tutte le novità e desiderando di acquistare praticamente tutto.
bento2

SAINT VALENTINE’ S BENTO

polpette di soia e seitan
insalata e pachino
ketchup
insalata di frutta invernale (mandarini, kiwi e mela)
e muffin

Per i muffin prometto che la ricetta arriverà prossimamente, per le polpette di soia, il procedimento è questo qui

bento3

POLPETTE DI SOIA E SEITAN

150 gr di soia gialla (o altro tipo di legume)
100 gr di seitan naturale
1 carota
1 gambo di sedano
1 scalogno
erba cipollina
2 fette di pane per tramezzini
1 uovo
latte
pan grattato
sale
olio

Per cuocere i fagioli di soia è necessario metterli a bagno almeno 12 ore (o il tempo indicato sulla confezione). Cuocere i fagioli per circa un ora con olio, acqua e scalogno tritato.
Via via che l’acqua evapora, aggiungerne di nuova, fino a che i fagioli non saranno teneri.

Frullare i fagioli con la carota il sedano e l’erba cipollina, poi aggiungere il pane ammollato nel latte e dare una veloce mescolata.
Tagliare il seitan a pezzetti molto piccoli e aggiungere ai fagioli.

Formare le polpette da passare nell’uovo e poi nel pangrattato e friggerle in olio ben caldo.

contest

bento noodle

Oggi post a sorpresa, ma dopo un periodo di latitanza dai pranzetti nelle scatoline giapponesi, mi è venuta voglia di rimediare, con un bento molto invernale, ma che nei giorni di pioggia di inizio dicembre scaldano le mani e il pancino.

Mi piace anche quando non sono a casa poter mangiare qualcosa di caldo, senza necessariamente andare al ristorante, così mi affido di tanto intanto alle zuppe espresse giapponesi, basta portarsi da casa un thermos con l’acqua calda per preparare la nostra zuppetta di miso con noodle a cottura istantanea. Va bene, non fate confronti con la ricetta di ieri, a volte ci vogliano anche pranzetti espressi, senza 12 ore di cottura. Poi il miso fa anche bene!


Nel periodo di latitanza dai miei bento box, mi sono accorta che sul sito di Casabento sono arrivate tante novità mentre sceglievo qualche autoregalo di Natale, l’ennesimo bento, mi sono accorta che non posso resistere a questi con disegnata la matrioska.

Finita poi nel bento loop, mi sono accorta del nuovo contest bentoso lanciato da: cooking gallery, Bentolicius e Just one Cookbook, al quale non resisto, e partecipo al volo!

bento

NOODLE SOUP BENTO

1 tazza d’acqua bollente
1 cucchiaino di miso
1 porzione di noodle a cottura istantanea

verdure: broccolo finocchio carola insalata e rucola
frutta: fragole, uva e melograno

Se avete a disposizione un micronde sarà un attimo scaldare l’acqua, se invece non lo avete scaldatela a casa e mettetela in un thermos, rovesciare nella tazzail miso o il preparato per zuppa di miso, aggiungere l’acqua e aggiungere i noodle, coprire la zuppa con un coperchio e lasciate cuocere i noodle per 5 minuti. Mescolare con le bacchette e buon appetito.

Pagina 3 di 912345Ultima »