Kitty's Kitchen

in the food for love

Tiramisù

tiramisù1

Era stato promesso qui, era stato promesso a Chiara, era stato promesso a lui, che mi disse che ne aveva voglia, insomma troppe volte avevo detto che avrei fatto questo benedetto dolce. Ormai la sua ora era giunta.
Nella mia vita, e trentennarle esperienza mangereccia, il tiramisù è stato il dolce evergreen di ogni festa, di ogni occasione di pic nic, il dolce semplice che viene sempre tirato fuori all’ultimo momento, non c’è proprio modo di toglierselo dalle scatole.
Ne ho mangiati così tanti e vi assicuro anche di pessimi, che arrivata a questa età ne ho il rifiuto. Ormai solo Riccardo di Giacinto riesce a farmelo mangiare.
Però mi sono piegata alle richieste, rimboccata le maniche, detto, fatto, e si, pure mangiato.

Oggi non parlo del tiramisù destrutturato di Santin, né di quello di Montersino e neppure delle mille versioni con le uova pastorizzate, no no, cascate male.
Vi lascio la ricetta della mia mamma, quella scritta sul quadernino a righe che teneva nel cassetto della cucina. In cui c’erano poche ricette di dolci ma erano tutte semplici e super efficaci. Se tiramisù deve essere, che sia quello ufficale, senza sconti (tipo panna) senza alterazioni (tipo pavesini) ma con le gocce di cioccolato! Eh si quelle non me le potete togliere, la nota crunchy è fondamentale.
tiramisù2
tiramisù3

TIRAMISU’(8 bicchieri)

250 gr di mascarpone
200 gr di savoiardi
150 ml di caffè
100 gr di gocce di cioccolato
60 gr di zucchero semolato (+ quello per il caffè)
3 uova
Cacao in polvere

Preparare il caffè, zuccherarlo e lasciarlo intiepidire.

Per preparare la crema, separare i tuorli dagli albumi. Montare gli albumi a neve ben ferma con metà dello zucchero. Sbattere i tuorli con l’altra metà dello zucchero in modo che diventino gonfi e spumosi. Aggiungere il mascarpone ai tuorli.
Unire gli albumi montati ai tuorli, aggiungendoli mescolando dall’altro verso il basso per non smontarli troppo. Un volta fatta la crema si può comporre il dolce.

Disporre uno strato di savoiardi imbevuti di caffè sul fondo, aggiungere la crema, spolverare di cacao e aggiungere qualche goccia di cioccolato.
Disporre di nuovi i savoiardi, la crema e il cacao con le gocce fino ad arrivare a riempire il contenitore.
Ovviamente, nel caso del bicchiere i savoiardi vanno spezzati a metà.

Mettere i contenitori in frigo per circa 1 ora. Servire con cacao appena spolverato.

Links correlati

Fatal error: Call to undefined function wp_related_posts() in /web/htdocs/www.kittyskitchen.it/home/wp-content/themes/kittyskitchen/single.php on line 33