Tiramisù allo skyr

In Islanda ho imparato tante cose davvero interessanti, da più di un punto di vista, ma come sempre qui si parla di cucina e poco più, perciò una scoperta molto interessante che fatto è un ingrediente interessantissimo lo skyr.
Un formaggio che somiglia allo yogurt molto leggero ma che si ottiene per coagulazione mediante caglio. Lo yogurt invece è un latticino fermentato che non ha bisogno di caglio. In realtà, anche lo skyr ha bisogno di fermenti per essere prodotto e per questo il prodotto finale è un ibrido. Per attivare la fermentazione sia dello skyr che dello yogurt, basta in realtà aggiungere dello del prodotto già pronto per innestare la nuova produzione.
Al di là comunque delle spiegazioni tecniche di produzione, qualcosa in più si trova qui, ho notato che anche in Italia ormai si è diffuso e si trova di tanto in tanto.

Se anche voi avete intercettato lo Skyr e una volta fatta incetta al supermercato volete utilizzarlo in qualche modo invece di mangiarlo solo a colazione con la panna insieme all’olio di fegato di merluzzo come un impavido islandese, ecco l’idea che serve: il tiramisù allo skyr, oppure lo skyramisù.

L’idea già l’avevo vista in un menù islandese di un ristorante ad Akureyri, quindi in realtà non mi sto inventando nulla di nuovo se non il riadattamento al dolce italiano in base all mia ricetta, ho sperimentato la semplice sostituzione con il mascarpone e secondo me può funzionare, aggiustando un poco le dosi. La crema è venuta di una consistenza appena più liquida del normale ma comunque gestibilissima, il gusto è più fresco e acidulo ovviamente ma è ben equilibrato dalla dolcezza del biscotto e dei savoiardi.
Io sono una accanita sostenitrice dei pezzi di cioccolato nel tiramisù, c’è che invece predilige solo in cacao, ma secondo me quando capita il pezzetto croccante di cioccolato il dolce assume davvero quel quid in più.

 

Cosa occorre per preparare il tiramisù allo skyr

250 gr di skyr
200 gr di savoiardi
150 ml di caffè
100 gr di scaglie di cioccolato
60 gr di zucchero semolato (+ quello per il caffè)
3 uova
Cacao in polvere

Come preparare il tiramisù allo skyr

Preparare il caffè, zuccherarlo e lasciarlo freddare.

Preparare la crema separando i tuorli dagli albumi.
Montare gli albumi a neve ben ferma con metà dello zucchero.
Sbattere i tuorli con l’altra metà dello zucchero, mescolare lo skyr per renderlo morbido quindi aggiungerlo ai tuorli incorporando bene.

Unire gli albumi montati ai tuorli, aggiungendoli mescolando dall’altro verso il basso per non smontarli troppo. La crema è pronta.

Preparare 8 bicchieri o in alternativa una teglia dove iniziare a comporre gli strati per il dolce.

Bagnare i savoiardi nel caffè e fare un primo strato. Aggiungere la crema, il cioccolato a scaglie o le gocce, e procedere con un nuovo strato di savoiardi e crema.

Lasciare almeno 3 ore in frigo perché si stabilizzi il tutto. solo prima di servirlo spolverare il cacao.

Disporre uno strato di savoiardi imbevuti di caffè sul fondo, aggiungere la crema, spolverare di cacao e aggiungere qualche goccia di cioccolato.
Disporre di nuovi i savoiardi, la crema e il cacao con le gocce fino ad arrivare a riempire il contenitore.
Ovviamente, nel caso del bicchiere i savoiardi vanno spezzati a metà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *