Torta di carote, mandorle e kumquat

Torta di carote mandorle e kumquat_ (28) copia

Non sono certo affari che occupano la mia mente più di tanto, ma seppur un pensiero passeggero ha attraversato la mia mente, si vede che ha lasciato qualche semino perché nel weekend mi sono messa all’opera per realizzare la mia prima, seria, torta di carote. Scodandomi il passato.

Ho fatto la stessa valutazione di Nigella, ossia, ritenevo che la torta di carote fosse una torta americana, di quelle che sono arrivate insieme ai cupcake e il brownie. Invece a quanto pare la mamma di tutte le torte di carote del mondo è veneziana e di tradizione ebraica.
Dopo aver letto la notizia, sono passata oltre senza soffermarmi, ma questa torta veneziana rimasta lì sopita è venuta fuori proprio quando meno me lo aspettavo, in un pomeriggio del weekend in cui stavo giusto brinando i miei kumquat (e non temete arrivaranno anche loro).

E’ stato un attimo farla, apportando le dovute modifiche, ecco per l’appunto, il frosting di mascarpone è stato eliminato in favore di uno più leggero e qualche ingrediente che non preferivo è stato eliminato, la torta di carote veneziana di Nigella ha preso forma, anche se come al solito l’anarchia di casa mia l’ha fatta da padrona. 🙂

torta di carote, mandorle e kumquat

TORTA DI CAROTE, MANDORLE E KUMQUAT

200 gr di carote (circa 2)
250 gr di farina di mandorle
150 gr di zucchero
125 gr di olio extravergine fruttato medio
3 uova codice 0
1/2 cucchiaino di noce moscata
6 kumquat brinati fatti a fettine sottili

Decorazione:
250 gr di yogurt greco
2 cucchiai di zucchero a velo
kumquat brinati
mandorle

Accendere il forno a 180° e preparare uno stampo da 23 cm ungendolo o coprendolo di carta forno.

Pelare e grattugiare le carote, avvolgerle in un doppio strato di carta da cucina per assorbire l’eccesso di liquido. Tenere da parte.

Mescolare lo zucchero con l’olio fino a che non assume una consistenza cremosa e ariosa.

Mescolare le uova e la farina di mandorle, la noce moscata, e i kumquat brinati tagliati sottilissimi.La ricetta originale prevede anche l’aggiunta di pinoli tostati e uvetta ammollata nel rum, aggiunti in questa fase.

Dopo versare tutto nella teglia e cuocere per 30-40 minuti, fino a che la superficie non è dorata.
Infilando un coltello della torta per fare la prova della cottura, non verrà mai fuori asciutto, sarà pronta quando il coltello verrà fuori abbastanza pulito.

Lasciare la torta su una griglia a freddare, intanto mescolare gli ingredienti per il frosting e lasciare in frigo a riposare, il tempo che la torta sia fredda.

Decorare la superficie con lo yogurt, le mandorle e i kumquat brinati.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *