Panino di triglia invertito

Per migliorare o perlomeno per ottenere risultati diversi da quelli che abitualmente si ottengono, bisogna prima di tutto cambiare abitudini, oppure detto in termini di pnl (programmazione neuroliguistica) “uscire dalla zona di comfort”. La zona di comfort, riguarda tutte quelle azioni che mettiamo in atto lavorando nell’area in cui noi siamo confidenti, sappiamo che tenendo un comportamento otterremo un determinato risultato e in questo ambito ci muoviamo, compiendo azioni abitudinarie. Ogni volta, che per scelta o per necessità, usciamo dal nostro tracciato, inevitabilmente facciamo fatica e andiamo a modificare le nostre abitudini, andando incontro ad un risultato che non conosciamo.

Tutte le piccole e grandi sfide giornaliere si basano semplicemente su questo. Ragionando su di me e su queste paginette, vedo che mi sto muovendo sempre di più in una zona di “abitudine” lavorando su quello che conosco, mentre prima il blog era una sfida quotidiana di apprendimento. Vorrei forzarmi ad uscire da questa zona, magari postando di meno ma cercando di provare ad usare il blog come fonte di apprendimento e di sperimentazione, come era all’inizio.

E’ il caso della ricetta di oggi, il panino di triglia invertito in cui è necessario sfilettare il pesce (cosa che non so proprio fare!) e provare a realizzare un qualcosa di vagamente presentabile con i filetti (creare piatti vagamente belli con il pesce per me è difficilissimo!) però ci ho provato lo stesso!

Abitualmente se si parla di panino immaginiamo un ripieno tra due fette di pane, un questo caso la panatura è all’interno dei filetti, ad accompagnare i bocconcini una maionese alleggerita con lo yogurt e  l’arancia.

PANINO DI TRIGLIA INVERTITO

4 triglie
pan grattato
erba cipollina
70 gr di maionese
50 gr di yogurt
zest di una arancia
olio extravergine d’oliva fruttato leggero
sale

Ricavare dei filetti di triglia, togliere bene le spine dai filetti con una pinzetta, se necessario.

Ungere una teglia da forno o rivestirla di carta forno e disporre sopra i filetti: panare e salare, infine aggiungere scorza d’arancia e erba cipollina.

Cuocere in forno a 180°C per 15 minuti.

Nel frattempo mescolare maionese yogurt e ancora scorza d’arancia amalgamando con una frusta.

Accoppiare delicatamente i filetti e legarli con fili d’erba cipollina. Servire subito con la maionese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *