Crostata alle ciliegie, in barattolo

crostata di ciliegie in barattolo

Si sa, la nonna è sempre la nonna, lei ci pensa sempre a noi.
Siamo una di quelle famiglie che, ancora, abbiamo il rito del pranzo della domenica, con le fettuccine e il pollo arrosto (che come lo fa mia nonna, non ce n’è per nessuno!), con i soliti discorsi e noi nipoti, con le facce imbambolate dal sonno perso il sabato sera.

Noi, che la domenica mattina vorremo tanto starcene rintanati nelle nostre camere, invece ci tocca alzarci e presentarci a tavola, con zero fame, perché abbiamo fatto colazione mezz’ora prima.

C’è mio cugino, che vorrebbe vedere solo le partite in santa pace, invece gli tocca stare lì seduto, con il telefonino sotto il tavolo per leggere gli aggiornamenti sui goal.
C’è mio fratello, l’unico di noi, che è capace di non proferire parola per tutta la durata del pranzo. Poi c’è mia zia che ha sempre da ridire sul comportamento di mia cugina, ormai cavia al mio posto, di tutti i rimbrotti, da quando ormai io (sob!) non sono più un adolescente.

Un po’ come in tutte le famiglie no?
A volte sarà accaduto anche da voi, di qualcuno che per impegni vari è latitante (cioè riesce a scamparsela al pranzo domenicale), ma mia nonna non si scorda di certo di mandare cibo e sussistenza per l’assente… Sia mai morisse di fame insomma!
Invia: polpette, pollo e coniglio, cannelloni e lasagne al pesto (una volta, perché adesso si è impoltronita anche lei e fa solo fettuccine!) oppure qualche primizia.

vasetti

Ed è proprio con le prime ciliegie dell’anno, regalo di mia nonna, per la mia domenica di latitanza, che ho fatto questa ricetta:

CROSTATA DI CILIEGIE IN BARATTOLO ( 4 barattolini )

200 gr di ciliegie
150 gr di pasta frolla
200 ml di crema pasticcera
foglie di menta

Per la frolla:

250 gr di farina 00
175 gr di burro freddo
70 gr di zucchero
1 uovo

Impastare la farina con il burro freddo tagliato a cubetti, unire lo zucchero e l’uovo.
Avvolgere l’impasto in una pellicola e lasciar riposare in frigo un ora.
Togliere la frolla dal frigo, stenderla, tagliarla della dimensione adatta ad entrare nel bicchiere e cuocerla per 15 minuti nel forno ventilato a 170°.
Sfornare i biscotti e far raffreddare. L’eccedenza di frolla è sempre possibile congelarla.

barattolini di ciliege

Per la crema:

50 gr di zucchero semolato
1 cucchiaio di farina
2 tuorli
250 ml di latte
1/2 limone bio (la scorza)

Riscaldare il latte aggiungendo la scorza di limone, avendo cura di grattugiare solo la parte bianca. Mentre il latte si fredda, montare i tuorli con lo zucchero, facendolo diventare spumoso il composto. Quando il latte è quasi freddo aggiungerlo poco a poco all’uovo, continuando a lavorarlo con la frusta, incorporando anche la farina. Trasferire la crema nella pentola e cuocere a fuoco lento, mescolando continuamente. Quando avrò raggiunto la consistenza desiderata ( dopo circa 10 minuti) togliere dal fuoco.

Comporre i barattolini iniziando dalle ciliegie private del nocciolo, sopra mettere il biscotto e poi la crema, proseguire così fino a che il barattolino non sarà pieno.
Ovviamente se non avete voglia di farla voi in casa la frolla, potete prendere utilizzare biscotti di altro tipo. I vasetti possono essere mangiati subito o conservati in frigo, un paio di giorni.

I vasetti sono perfetti per portare il vostro dessert ad un picnic, visto che abbiamo decretato maggio il mese più adatto alle scampagnate, però con le stesse dosi e stesso procedimento si può realizzare la versione “crostata” in taglia.
Basta infornare la frolla in uno stampo di 24 cm di diametro e poi aggiungere la crema e la frutta.

28 Comments

  • salamander scrive:

    allora…non so da dove iniziare. ho aperto la pagina e son rimasta a bocca aperta con gli occhi sgranati. foto BELLISSIME! ricetta da acquolina istantanea…presentazione eccelsa. insomma..mi è piaciuta. non si capisce?

  • valentina scrive:

    Ma sono un amore questi vasetti!!!
    E poi tu scatti delle foto talmente belle che ogni volta mi fermo a guardarle e riguardarle.

  • Alice C. scrive:

    Che belle! Proprio l’altro giorno ho pubblicato i tiramisù in tazzina!
    Trovo che i dolci classici, impiattati in maniera non convenzionale, assumano un tocco in più!
    Veramente carine!!! :)

  • Serena scrive:

    Quando la mia nonna vendette la casa in campagna, meeting point domenicale, i pranzi familiari furono aboliti, anche se io, tutto sommato, già da qualche anno latitavo o al massimo mi presentavo a tavola con lo sguardo assente e la testa pesante di alcool. Adesso, con il senno della maturità, comprendo il valore di quei momenti e l’irripetibilità dei rapporti familiari, di quelle situazioni in cui tutti ti accettano nella tua interezza, pregi e difetti, non per quello che sei, ma perché fai parte della famiglia.
    L’idea delle crostate in verrines è splendida, penso che te la copierò con certa frolla che mi è avanzata dalla Linzer e che ho congelato!

  • babs scrive:

    ma che bella è?????

  • wow… mi è venuta l’acquolina ancor prima di iniziare a leggere :)

  • Claudia scrive:

    Non tutte le famiglie son così.. nels enso.. che la mia è ridotta.. siamo solo io e la mia mamma.. però a volte ci aggreghiamo ai parenti del mio fidanzato ed allora si che è una bella famiglia!!!!!!!! Ottimi ed originali questi tuoi bicchierini.. baci e buon w.e. :-)

  • arabafelice scrive:

    Ahahahahah mi hai fatto ridere :-) però a casa mia alla fine mia nonna si era rassegnata, e il rito del pranzo è stato sposato ad altro giorno…
    Le tue crostate in barattolo sono un amore :-)

  • Le tue immagini sono già sul mio Pinterest!! :)
    … io rientro nel club dei pranzi domenicali in famiglia e conseguente schiscette! :)

    Adoro la tua crostata in questo formato! :)

  • Carolina scrive:

    Ehi brunetta, famo a capisse: e tu dici che le mie foto sono belle? Ma stiamo scherzando? Guarda che qua quella brava è un’altra! Sono splendide Eli… Così come lo è la ricetta.
    Un bacio.

  • simo scrive:

    ma che capolavoro sono ‘sti barattolini, tesoro?!
    Avrei pure timore a mangiarli…tanto son belli…
    E delle foto…che, ne vogliamo parlare?!
    Un abbraccio!

  • federica scrive:

    mamma mia che meraviglia!!!!!!!!!!!!baci!

  • Ileana scrive:

    questi barattolini sono stupendi, mi hai messo una voglia di ciliegie che non puoi immaginare!

  • zonzolando scrive:

    Una idea carina e super golosa! buona serata :-)

  • Terry scrive:

    Un po’ ti invidio.. Io che no ho conosciuto nessuno dei miei nonni, ma sento che nonostante le possibili latitanze, c’è tanto amore verso questa nonna… E lei verso voi! Hai fatto un ottimo uso delle ciliegie… Un’idea originale e golosa!!!

  • loredana scrive:

    Difficile scappare dal pranzo della domenica e dalla nonna!!

    Certo che ricevere delle primizie e utilizzarle per questi magnifici barattolini è proprio una gran coccola, come solo le nonne sanno fare!

    ciao loredana

  • Marina scrive:

    Il quadretto che descrivi è lo stesso che si vedeva a casa di mia nonn una decina di anni fa (senza aggiornamenti telefonici!) Che nostalgia!
    Al di là della ricetta a colpirmi sono queste fotografie, un inno alla tarda primavera, complimenti! buon we

  • Gio scrive:

    La crostata in barattolo mi fa troppo sorridere, perchè penso alle facce che farebbero tutti ad un picnic! Una bella sorpresa! =) Io ho fatto la torta in tazzina, pensa te come stiamo messe, tortiere non ne usiamo più =P

  • Gio scrive:

    mi ricorda un po’ anche la mia mamma per la quale noi non mangiamo abbastanza :)
    ottima la crostata in barattolo 😛

  • MI ci ritrovo molto in quello che hai scritto… però io questi pranzi li adoro tuttora, pur con tutti i loro difetti e le loro “torture” :)

    La nonnina dov’essere stata contenta di averti mandato qualcosa che hai trasformarto in una torta dai sapori antichi ma rivisitata! Lei lo ha assaggiato il vasetto di torta? Cos’ha detto? E se non lo ha assaggiato, cosa pensi direbbe? :))
    Personalmente la trovo un’idea geniale, bellissima davvero!

    Una cosa: nel vaetto però io non vedo il biscotto-crostata :( sono accecata io, oppure non lo hai messo solo per rendere più fotogenica la foto? :) Quindi: ciliegie, crostata, crema e poi via con un altro strato, giusto?

    Intanto, buon lunedì! :)

    manuela

  • Elisa scrive:

    Grazie a tutte! :)

    @Manuela: no mia nonna, non l’ha assaggiata, ma lei di solito mi sostiene nei miei esperimenti culinari, è poco attendibile il suo giudizio perchè per lei è sempre tutto buonissimo.
    I biscotti di frolla ci sono, nelle seconde foto si intravede, ma poco, perchè la crema tende a coprire tutto. L’ordine è esattamente quello che hai scritto tu. Grazie per essere passata. Bacio

  • ilgamberorusso scrive:

    Ma è una meraviglia!!!e poi le foto sono bellissime!

  • elena-sweetlife scrive:

    Bellissima l’idea della crostata in barattolo e bellissime anche le foto!
    a me mancano i pranzi familiari, ma non riuscirei a sopportarli ogni fine settimana. Mi sembra che a saltarne uno ogni tanto ci siano dei golosi vantaggi!!!

  • Giada scrive:

    Che foto fantastiche!! E quest’idea poi è davvero originale, complimenti!! :)

  • Federica scrive:

    Non saprei se sono più belle le foto o è più invitante la ricetta! Sembra tutto delizioso e perfetto per questa stagione! Complimenti!
    Federica

  • Marcello Arena scrive:

    Credo che per il mio pic-nic di ferragosto sarà perfetto =)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>