Cherry Kuchen Bars

Cherry kuchen bars

Primavera che se ne va, nuova torta di ciliegie che arriva. Negli anni ho sperimentato tante preparazione con questi frutti, che poi sono proprio tra i miei preferiti, dalla classica cherry pie, a quella in barattolo a quella con la crema frangipane. Quest’anno ho deciso di provare la cherry kuchen, una torta che si taglia a quadrati ed è morbida e soffice.

Ho cercato tante ricette online, poi ne ho fatta una sulla falsa riga di questa qui, modificando un po’ qua e un po’ là! La verità è che tutte queste torte un po’ morbide alla frutta mi piacciono molto, le adoro a colazione perché possono essere un degno sostituto di una brioche e poi qualsiasi scusa è buona durante il giorno per assaggiarne un altro pezzetto! 🙂

Tutte le ricette di queste barrette prevedono l’utilizzo del preparato di ciliegie per barattolo (in America si trova ma qui no!) quindi al preparato per cherry pie dobbiamo sostituire ciliegie fresche, che è meglio! :))

Cherry kuchen bars

CHERRY KUCHEN BARS

500 gr di ciliegie fresche
300 gr di farina 00
230 gr di burro
200 gr marmellata di ciliegie
150 gr di zucchero
3 uova medie
7 gr lievito

Setacciare la farina con il lievito il sale e tenere da parte.
Montar eil burro morbido con lo zucchero fino a che il composto non è ben amalgamato quindi aggiungere un uovo per volta al composto e montare a lungo, il composto deve essere molto spumoso, lasciar andare le fruste per circa 10-15 minuti.

Incorporare delicatamente e a più riprese gli ingredienti secchi senza smontare il composto liquido.

Foderare di carta forno una teglia 23×33, preriscaldare il forno a 180°.

Disporre l’impasto sulla teglia conservando circa 1 tazza e mezza di composto.

Sopra all’impasto distribuire uniformemente la marmellata, anche negli angoli e poi aggiungere tutte le ciliegie denocciolate.

Quindi finire la torta facendo cadere delicatamente, con un cucchiaio, pezzetti di impasto sulle ciliegie.

Infornare per 35 minuti a forno ventilato.

La torta una volta cotta e freddata può essere decorata con della glassa (125 gr zucchero a velo + 1 cucchiaino di succo di limone) io questo passaggio l’ho omesso.

Aggiornamento: Ho provato la stessa ricetta sostituendo allo zucchero bianco quello di canna, il risultato è un torta di più rustica, sempre soffice ma più compatta, colore più scuro e retrogusto di caramello. Ho preferito la versione con lo zucchero bianco. Probabilmente la soluzione migliore è mescolare le due varietà.

11 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *