Biscotti buccellato

Faccio outing e lo ammetto, quest’anno ho fatto l’albero vergognosamente in anticipo. Perchè vergognosamente? Bè perché io l’albero l’ho fatto verso il 20 di novembre e mica solo uno!
Quest’anno ne ho messo uno in casa e uno per le scale, più piccolo però, bè certo, non mi sembrava il caso di esagerare! Oggi se riesco faccio anche quello in ufficio, così non manca più nessuno all’appello e siamo pronti all’8 dicembre per dare giusto le ultime rifiniture: mettere le lucine e la ghirlanda al portone e tirare fuori i tappetini rossi.

Quest’anno la voglia di Natale è arrivata prima, perché è il primo Natale a casa nuova e il primo Natale che abbiamo un albero che può essere chiamato tale, perché a casa vecchia avevo un alberino piccino piccino, lo vedete qui sullo sfondo, che si adeguava alle misure di tutto del resto d’altronde.

Per l’8 dicembre quest’anno ho deciso di affidarmi alle belle tradizioni del nostro paese e mentre in Puglia ci sarà chi frigge zeppole e mangia pucce in Sicilia ci sarà chi inizierà a preparare il buccellato (cuciddatu), in Calabria c’è chi farà dolcetti simili, che si chiamano con nomi diversi, ma di base, i dolci secchi tradizionali del sud del nostro paese, sono a base di fichi e frutta secca, alcuni prevedono il mosto cotto altri no. A variare nelle diverse regioni sono i formati, infatti l’autentico buccellato siciliano è a forma di ciambella, le sammartine calabresi hanno forma di fagottino e via discorrendo.
Altra licenza che mi sono presa dalla ricetta originale è il fatto di aver usato una pasta frolla leggermente diversa, io che ho preferito usare una sablèe e tagliare direttamente il dolce in tanti biscotti, più facili da regalare e pronti per essere sbocconcellati in ogni momento.

BISCOTTI BUCCELLATO
Con queste dosi si può ottenere o un buccellato a forma di ciambella del diametro di circa 30 cm, oppure 2 teglie grandi di biscotti.
Ingredients

    Per la sablèe:

  • 300 gr di burro
  • 500 gr di farina 00
  • 2 gr di scorza di limone
  • 2 gr di scorza d’arancia
  • 5 gr di sale fino
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 90 gr di tuorlo (sono 4 o 5)
  • Per il ripieno:

  • 350 gr di fichi secchi
  • 250 gr di marmellata di arance
  • 150 gr di noci
  • 150 gr di mandorle
  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di pistacchi
  • 3 gr di chiodi di garofano
  • 1 uovo
  • scorza di mezza arancia
Instructions

    Per preparare la pasta:

  1. mescolare la farina con il burro freddo tagliato a cubetti, aggiungere le scorze e il sale. Lavorare la pasta con una planetaria fino a che non si ottiene un composto sabbiato.
  2. Unire i tuorli e a seguire subito lo zucchero a velo.
  3. Lasciar lavorare fino a che il composto non si raccoglie in una palla liscia e omogenea.
  4. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare il frigo un ora.
  5. Per preparare il ripieno:

  6. Ammollare l’uvetta in acqua.
  7. Tritare i fichi con le noci, le mandorle e i pistacchi, amalgamare con la marmellata, aggiungere l’uvetta a ammorbidita e strizzata, ridurre in polvere i chiodi di garofano e tritare il cioccolato, unire anche questi. Aggiungere l’uovo e mescolare bene fino ad attener un composto che stia insieme.
  8. Stendere la pasta sablèe non troppo fina (1,5 cm) dandogli una forma rettangolare, al centro mettere tutto il composto arrotolare la sablèe intorno al ripieno e roteare l’impasto sul piano da lavoro per formare un salsicciotto ben chiuso.
  9. Per essere agevolati nella chiusura io vi sconsiglio di mettermi su un foglio di pellicola in modo che una volta chiuso si possa sollevare agevolmente.
  10. Tagliare in due o cuocere intero il buccellato della forma desiderata, su di una teglia coperta da carta forno.
  11. Dopo mezz’ora togliere da forno tagliare i biscotti e rimetterli inforno 10 minuti per farli dorare.

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *