Pasta, patate e baccalà

E’ vero che Natale è il momento dei dolci e delle leccornie, ma ad un certo punto ci dovremo scontrare con la dura realtà di preparare una cena per la Vigilia e un pranzo per Natale che comprende: antipasto, primo, secondo e contorni vari. So bene che ogni famiglia ha la sua tradizione perciò si finisce per replicare quelle che più appartengono ad ognuno ma, se siete in cerca di un primo per la cena di pesce del 24, io un’idea vorrei lasciarla.
Sicuramente pasta e patate fa parte della tradizione dei piatti poveri del nostro paese, ma nella sua semplicità realizzarlo bene non è così scontato e quando è ben fatto è un grandissimo piatto a mio parere, arricchito con del baccalà è, oltre che gustosissimo, anche diverso quel tanto che basta a renderlo adatto anche a cene più importanti, almeno questo è il mio parere.

Il baccalà appartiene molto alla tradizione romana del Natale, a casa mia per esempio tra i fritti che fa mia nonna per la vigilia c’è sempre qualche pezzettino, invece pasta e patata è una tradizione più partenopea, come l’origine del grande maestro che mi ha dato questa ricetta, Antonello Migliore. Ho appena concluso, purtroppo, il corso da cuoco con lui e lo ricomincerei domani stesso per quanto mi è piaciuto e quanto ho imparato sulle basi di cucina.
Ad ogni modo, pasta patate e baccalà può essere realizzata con dei piccoli accorgimenti per renderla più chic e d’effetto. Prima cosa, il baccalà da molti è considerato il “maiale di mare” e di questo pesce non si butta via niente, inclusa la pelle che può essere resa croccante in padella e aggiunta sopra la pasta per donare quella nota croccante. E’ fondamentale usare un buon baccalà, al pari di usare delle buone patate, se siete tipi affezionati alla tradizione il mio consiglio è trovare della pasta mista per farla, in alternativa pasta piccola va bene. altro tocco importante che io non avevo mai adottato prima è quella di sfumare la patate e il pesce con del vino bianco, in effetti dona al piatto quella nota acidula e ne giova tantissimo.

Di seguito la ricetta di Migliore, con delle piccolissime variazioni che ho apportato io (prezzemolo, baccalà intero sopra).
Ho provato a fare anche una versione simile a questa, sostituendo le patate con i ceci, devo dire che preferisco questa ma anche con i legumi è molto buona.

 

PASTA, PATATE E BACCALA’

 

Ingredients
     

  • 320 gr di pasta mista
  • 250 gr di patate
  • 150 gr di baccalà dissalato
  • 1 bicchierino di vino bianco
  • 1 carota
  • 1 cipolla media
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio in camicia
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

 

Instructions
     

  1. Fare un battuto con gli odori e metterlo in una casseruola con olio e uno spicchio d’aglio in camicia.
  2. Far soffriggere, togliere l’aglio e aggiungere le patate e metà del baccalà tagliato a cubetti, far rosolare poi sfumare con del vino bianco, appena evapora un poco aggiungere l’acqua a coprire e far bollire.
  3. Quando la patate saranno abbastanza morbide aggiungere la pasta e il sale e cuocere per 10 minuti.
  4. In una padella far tostare le pelle del baccalà fino a che non diventa dorata, e far abbrustolire anche i restanti pezzetti di baccalà
  5. Quando la pasta è cotta unire il resto del baccalà, oppure tenerlo da parte per metterlo solo sopra al piatto finito. Pepare e far riposare qualche minuto prima di impattare.
  6. Guarnire con il prezzemolo e le pellicine di baccalà tostate.

2 Comments

  • Elena ha detto:

    Da noi nonostante abiti in una cittadina lacustre il pesce si mangia poco e mai nelle feste, mi interessano molto le ricette in grande stile come questa che ne fanno l’ingrediente principale, questo piatto è una leccornia, deve essere davvero meraviglioso…. Un abbraccio!

  • lo propongo a mia madre per la cena del 24, grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *