Crostatine con namelaka

Forse pensare che questa sarebbe stata una settimana corta e poco impegnativa visto il festivo di martedì è stato un po’ prenderla sottogamba, in realtà è stata più piena del previsto.
Intanto niente ponte, lunedì ho lavorato, il un primo maggio è stato bellissimo, l’ho passato con alcuni amici invitati a casa, ma di certo non ho riposato. Riprende poi mercoledì il lavoro e gli altri impegni: ieri abbiamo avuto l’incontro con “Quale Formaggio” si ragiona di nuovi progetti, interessanti! In più ho avuto l’occasione di passare finalmente da Giorgio Pace a Piccola bottega merenda,un piccolo angolino di prelibatezze e ricercatezze che non ci si può far sfuggire. Ho assaggiato, per cena, la pizza di Angelo Pezzella davvero notevole.
Stasera è prevista una bella degustazione di vini con la solita combriccola, andremo da Santa Brace e poi ci si prepara al weekend in cui devo assolutamente sistemare una serie di cose relative al blog… anche qui, belle novità in arrivo spero prestissimo!

Ora però veniamo alle cose serie, visto che siamo in un blog di cucina e avevamo lasciato in sospeso un discorso: come usare la namelaka di cui parlavamo mercoledì, giusto?
Partendo dall’idea di voler realizzare un dolcetto super veloce, la crema in questione ho deciso di metterla dentro un guscio.
Ma per farla davvero facile facile e non star lì ad accendere il forno ho deciso di fare la base di biscotti sbriciolati, quella di cheesecake per capirci.

Utilizzando dei piccoli stampi potrebbe essere una cosa simpatica proporre delle crostatine con diversi gusti ed è così che le fragole erano in pole position per essere usate, ma anche i mini amaretti o i nocciolini di Chiavasso, oppure ancora zuccherini e fresche foglia aromatiche… ma qui insomma va un po’ a preferenza, la namelaka al cioccolato bianco con la frutta tutto sommato sta benissimo.

Cosa occorre per preparare le crostatine con la namelaka

150 gr di biscotti digestive o i vostri preferiti
70 gr di burro
1 pizzico di sale
aromi a piacere
200 gr di namelaka

per la guarnizione:
fragole o altra frutta
amaretti o altri biscotti
aromi, spezie, zuccherini

Come preparare le crostatine con la namelaka

Mettere i biscotti in un frullatore e ridurli in polvere.
Far fondere il burro e aggiungerlo ai biscotti, continuare a frullare fino a che non si ottiene una polvere sabbiosa. Salare leggermente.

Trasferire le briciole negli stampi fa crostatina e pressare bene con il dorso della mano per far adereire le briciole e compattarle bene.

Lasciare in frigo a riposare per almeno 3 ore.

La namelaka a questo punto può essere utilizzata semplice oppure montata, in questo caso io ho preferito una crema più densa perciò ho deciso di lasciarla così, ma se viene utilizzata per la decorazione di una torta ad esempio, sicuramente è meglio montata. Trasferire la namelaka in una sac a poche e lasciare in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Delicatamente rimuovere i gusci di biscotti dagli stampini da crostata, aggiungere la crema e decorare con i topping scelti.

1 Comment

  • …e anche oggi ti sei superata!! Sei la mia foodblogger preferita!!!
    Mi spieghi cosa intendi per montare la namelaka? Perchè effettivamente potrei farci un pensierino per una torta che avrei in mente da preparare con lo stampo che mi hai regalato tu! 😉 … forse sta tornando la voglia di rimettermi all’opera con il blog!
    Un bacio e buon weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *